Condividi su

LE API SENTINELLE DELL’AMBIENTE

Le api sono organismi importanti per diverse ragioni:

-impollinano molto specie di piante coltivate, garantendo la produttività;

-favoriscono la riproduzione della maggior parte delle specie di piante spontanee, contribuendo a mantenere la biodiversità vegetale;

-producono miele e altri prodotti destinati all’alimentazione e alla cura del corpo: cera, propoli, pappa reale, polline, veleno d’api.

Foto Ape, immagini Ape da scaricare | Foto stock - Depositphotos

Inoltre le api svolgono un altro importante ruolo, quello di sentinelle ambientali, ovvero di bioindicatori attraverso i quali è possibile comprendere e studiare lo stato di salute dell’ambiente.

Sono monitorate come bioindicatori e bioaccumulatori di sostanze inquinanti: pesticidi, metalli pesanti, idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e radioisotopi.

Per la loro elevata mobilità nell’ambiente e la capacità di trattenere sostanze inquinanti posatesi sulla peluria del loro corpo, o assunte attraverso il nettare o l’acqua e trattenute nella borsa melaria, le api sono organismi ideali da analizzare alla ricerca di queste sostanze.

Oltre a questi usi attivi nel biomonitoraggio, le api possono fungere da indicatori ambientali anche in maniera passiva, semplicemente attraverso l’osservazione e la misurazione del loro stato di benessere. E’ noto infatti che quando le api vivono bene in un ambiente, significa che quell’ambiente è salubre. Le api sono molto sensibili alle condizioni ambientali grazie al loro stretto rapporto con le componenti dell’ecosistema, che sfruttano a scopi alimentari e di nidificazione.

Oltre a raccogliere nettare e polline dai fiori, le api raccolgono materiale a scopo di costruzione, come fango, foglie, petali, sabbia, sassolini, resina e altro; le api inoltre raccolgono acqua, propoli e anche sostanze zuccherine artificiali, se presenti nell’ambiente.

Molti di questi insetti selvatici nidificano scavando nel terreno o nel legno, occupano cavità sotterranee o cavità nei muri. Ne consegue che più l’ambiente è diversificato e più le sue componenti sono prive di contaminazione, maggiore sarà la presenza di api e migliore il loro stato di salute e benessere.

Ape che trasporta una pallina di polline – TUTTO GENUINO

CONOSCI LE API E LA LORO SOCIETA’?

Ognuna di loro all’interno dell’alveare ha un compito.

 Le API OPERAIE, in particolare, durante la loro vita svolgono diverse mansioni sia all’interno sia all’esterno dell’alveare: tengono pulito l’alveare e lo difendono dai nemici, costruiscono le cellette, provvedono alla cura della regina e delle giovani api.

Quelle che vediamo sui fiori sono le BOTTINATRICI e hanno l’incarico di succhiare il nettare, una sostanza zuccherina che si trova nei fiori, alla base dei petali: a questo scopo utilizzano la loro speciale “lingua” che si chiama…

Rispondi alle domande, inserisci i nomi nelle cellette seguendo l’ordine e negli esagoni evidenziati comparirà il nome di tale parte del capo.

Con le zampe, invece, le bottinatrici raccolgono la sostanza che corrisponde alla risposta della domanda 1: con questa preparano la pappa reale, alimento base e fondamentale dell’ape nascosta nella domanda 3 e di tutte le giovani larve ma solo per i primi tre giorni di vita.

Le api operaie vivono circa 40-45 giorni. E sua maestà? Fino a 4 anni.

LE API E GLI INSETTI

Le api come le formiche, le termiti, le vespe e le coccinelle… sono animali invertebrati della famiglia degli insetti con caratteristiche comuni.